Scoperto in Sardegna Relitto della nave “Amber Glasgow”.

Schermata 2016-02-26 a 15.34.30

I triestini Massimiliano Orel (istruttore Trimix TecRec) e Stefano Di Cosimo residenti da anni in provincia di Cagliari, amministratori del Explorers Team Dive Center di Quartu Sant’Elena – Cagliari (PADI/TecRec S-22391), nel agosto del 2014 dopo anni di ricerche svolte da Massimiliano anche grazie alla collaborazione di Sergio Pivetta di Relitti.it e del fu Eugenio Masala, supportati da un gruppo di fantastici e valorosissimi amici: “Andrea Roberta Lugnani (moglie di Massimiliano), Antonella Fogli, Viviana Meloni, Emanuele Slavko Lai, Danilo Tempesta e Riccardo Lattanzi”, si sono immersi in circuito aperto nei pressi di Capo Boi ad una profondità di circa 130mt per un tempo sul fondo di 15’ ed un tempo totale di immersione di 3 ore e 26 minuti, convinti di essere sul relitto della “misteriosa” nave sovietica Komsomolets Kalmikii, affondata il 31 dicembre del 1974, nave attorno alla quale si cela un alone di mistero…

Nel 2014 Massimiliano e Stefano avevano organizzato l’importante immersione nel giro di pochissimi giorni e non erano riusciti a procurarsi per tempo un adeguato sistema di illuminazione subacquea che permettesse la buona riuscita dei video dell’immersione, video che sono stati comunque girati ma data la “scarsa qualità” delle immagini, non sono mai stati divulgati.

Il 25 febbraio 2016 l’Explorers Team Dive Center si è immerso nuovamente nel medesimo punto, questa volta l’immersione si è svolta in Rebreather, il comandante dell’imbarcazione del era Massimiliano Orel, i subacquei di supporto erano l’immancabile Antonella Fogli e Fabrizio Pinzuti; scesi sul relitto assieme al capo gruppo Stefano Di Cosimo c’erano: Mario Perniciano, Sabine Kerkau, Oliver Perschke e Tom Baier.

L’immersione è andata per il meglio, i tempi sono stati simili a quelli dell’immersione del 2014, ma grazie ad un maggior numero “di occhi in acqua” ed anche al fantastico sistema di illuminazione per video subacquei messo a disposizione del Dive Center da Valerio Petrini dell’azienda romana Diving Torches, il team di subacquei si è inequivocabilmente reso conto di non essere sul relitto della nave sovietica su cui credevano di immergersi, ma ben si di trovarsi sul relitto della nave “Amber Glasgow”, affondata a causa di una falla la notte del 24 dicembre del 1980 e d’allora dimenticata nelle profondità del sud Sardegna…

L’Explorers Team Dive Center ringrazia tutti coloro che hanno collaborato a questo ritrovamento, a breve verrà pubblicato un video dell’immersione del 2016.

Appena sarà possibile, verranno svolte altre immersioni per raccogliere maggiori informazioni su quello che è diventato un nuovo sito di immersione per il Dive Center!

Categories: News

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s